Digimon Wiki
Advertisement
Kosei Minamoto
(源輝成)
Kousei
Profilo
Apparizioni Digimon Frontier
Prima apparizione La Doppia Digievoluzione Spirit
Ultima apparizione La vittoria finale
Genere Maschio
Nazionalità Giapponese
Familiari conosciuti Tomoko Kimura (ex moglie)
Nonna Kimura (ex suocera)
Koji Minamoto (figlio)
Koichi Kimura (figlio)
Satomi Minamoto (seconda moglie)
Garm (cane)
Doppiatori
In giapponese Katsuyuki Konishi

Kosei Minamoto è un personaggio secondario della serie Digimon Frontier.

Nell'artbook è chiamato solo "padre di Koji" (輝二の父 Kōji no Chichi).

Caratteristiche[]

Kosei è il padre di Koji e Koichi. Non si sa perché lui e Tomoko abbiano divorziato, ma tengono un figlio ciascuno e tagliano tutti i ponti: Kosei non vede più Koichi e non racconta nulla di tutto questo a Koji. Anni dopo Kosei spera che Koji possa accettare la sua seconda moglie come madre, ma continua a non dirgli che la sua vera madre è viva e che ha un fratello.

Etimologia[]

Kosei è un nome maschile giapponese. I kanji che lo compongono sono 輝 (radianza) e 成 (raggiungere).

Minamoto (源) è un cognome giapponese che significa "fonte, origine".

Storia[]

Kosei sposa Tomoko Kimura e hanno due gemelli, Koichi e Koji. Quando i bambini sono troppo piccoli per ricordarselo Kosei e Tomoko divorziano: Kosei tiene Koji mentre Tomoko tiene Koichi. Negli anni successivi Kosei dice a Koji che la madre è morta e non gli parla di Koichi.

Quando Koji va in seconda elementare Kosei sposa Satomi. Tre anni dopo Koji fatica ancora a legare con Satomi, ma Kosei non può fare molto a riguardo anche se desidera che Koji la accetti come madre. s4ep27 Nel frattempo la madre di Tomoko si ammala e in punto di morte rivela tutta la storia a Koichi, che si sente abbandonato dal padre. s4ep30 s4ep33

La famiglia di Koji non sembra accorgersi della minaccia di Lucemon alla città, o comunque non sanno che Koji e Koichi sono coinvolti in quel breve incidente. s4ep50

Curiosità[]

  • L'anniversario di matrimonio di Satomi e Kosei è lo stesso giorno del compleanno di Shinya Kanbara.

Galleria []

Advertisement