FANDOM


Digimon Frontier: Battle Spirit
Battle Spirit Digimon Frontier
Informazioni generali
Sviluppatore Dimps
Distibutore Bandai
Serie Battle Spirit
Genere Picchiaduro a incontri
Piattaforma WonderSwan Color
Game Boy Advance
Date di uscita
Giappone 7 dicembre 2002
Europa 27 agosto 2004
America 24 settembre 2003
Cronologia
Preceduto da Digimon Tamers: Battle Spirit Ver. 1.5

Battle Spirit Digimon Frontier (バトルスピリット デジモンフロンティア), conosciuto anche come Digimon Battle Spirit 2, è un videogioco per WonderSwan Color sviluppato da Dimps e pubblicato da Bandai il 7 dicembre 2002. Il gioco è stato adattato al GameBoy Advance per essere venduto in America e in Europa, dove il WonderSwan non era in commercio.

Trama Modifica

Digiworld è minacciato da Kerpymon, per questo molti bambini ricevono una richiesta di aiuto sul cellulare. Cinque di loro accettano e vanno a combattere Kerpymon nel mondo digitale. Quando Kerpymon viene eliminato si trasforma in un Digiuovo purificato.

Gameplay Modifica

Si tratta di un gioco picchiaduro. I round non rono vinti da chi ha più punti salute, ma da chi ottiene più "digianime", rilasciate durante lo scontro ogni volta che uno dei due digimon viene colpito. Colpendo ripetutamente l'avversario il Digimon può riempire la barra in alto e fare una digievoluzione slide alla propria forma Bestia. I diamanti gialli invece vengono rilasciati durante attacchi particolarmente potenti: dopo averne ottenuti cinque si può digievolvere alla propria forma Antica.

La battaglia contro Kerpymon è diversae ha un limite di tempo. Non si può vedere quanta vita ha Kerpymon durante lo scontro, e i suoi attacchi diventano sempre più potenti man mano che viene danneggiato.

C'è anche un minigioco, Digimon Shoot (デジモンシュート ), che simula un gioco di biglie.

Personaggi Modifica

Ci sono cinque Digimon giocabili fin dall'inizio:

Altri tre personaggi vengono sbloccati durante il gioco:

Nemici:

Altri:

Nel gioco ci sono anche ricolorazioni.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.